L’AMORE DANZA SULL’ABISSO

STORIE TRIESTINE DA ITALO SVEVO A BOBI BAZLEN

Incontro con Alessandro Mezzena Lona

Martedì
19 luglio 2022

Ore 18
Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi

 

 

È una mattina di tempesta del febbraio 1928 quando il signor Ettore Schmitz sale sul piroscafo Venus per Venezia, fumando una delle sue «ultime sigarette». Il sogno di diventare uno scrittore con lo pseudonimo Italo Svevo gli ha già procurato troppe delusioni: i suoi tre romanzi non sono valsi una parola di lode, ma nemmeno la soddisfazione di un bel rosario di insulti. Ora, solo faccende serie: si occupa degli affari dell’azienda di vernici sottomarine della famiglia della moglie Livia, la Veneziani di Trieste. Ma la trasferta di lavoro a Murano è destinata a diventare presto qualcosa d’altro. L’affascinante passeggera bionda che Ettore vede sul ponte del piroscafo (chi è? gli sembra, anzi è certo, di conoscerla) non arriverà mai a destinazione. Strangolata e gettata in mare, l’unico indizio di un bigliettino lasciato a bordo e indirizzato a un certo Ettore Schmitz. È solo l’avvio di una spirale di misteri e altri delitti che sembrano portare proprio a lui, in una storia che ora prende e ora abbandona la forma del giallo, indugia sullo Schmitz/Svevo umano e sentimentale, gioca sulla realtà storica per costruire l’intrigo della finzione, e si rivela infine romanzo a tutto tondo, imbevuto di riferimenti e amore per la letteratura. A Cortina, Mezzena Lona racconta anche di un altro triestino che fu magicamente presente e assente: Roberto “Bobi” Bazlen, in occasione della pubblicazione di Bazleniana (Acquario Ed.)

Alessandro Mezzena Lona per sedici anni responsabile delle pagine culturali del «Piccolo», nel 2013 ha vinto il Premio Grado Giallo Mondadori con il racconto Non credere ai santi. È autore dei romanzi La morte danza in salita e La via oscura. Ha curato con Mitja Gialuz il volume Barcolana. Un mare di racconti, Premio Speciale Marincovich 2019. Nel Poeta delle pantegane ha raccontato la vita e i versi di Federico Tavan. Cura il blog “Arcane Storie”.

Da non perdere

 BAZLENIANA

Bazleniana (Acquario Editore) è
una passeggiata letteraria tra i
disegni del diario dell’analisi di
Roberto Bazlen (Trieste 1902 –
Milano 1965), il più portentoso e
immaginifco talent scout della
letteratura novecentesca in
Italia, e le suggestioni di diversi
autori che rendono omaggio
al suo lavoro. Andando oltre la
ricerca filologica, tentando nuovi
punti di accesso al caleidoscopio
bazleniano

Segui l'evento in diretta

Sostieni Una Montagna di Libri

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.