il ritorno della guerra

l'italia, l'aggressione all'ucraina e la grande illusione

Incontro con Marco Mondini

Lunedì
22 luglio 2024

Ore 18
Palzzo delle Poste, Sala Cultura

ingresso su prenotazione.

Dal momento in cui è stata immaginata come Stato nazionale fino all’atto della sua nascita, durante le campagne del Risorgimento, i conflitti mondiali e la lotta partigiana, la storia dell’Italia unita sembra un’unica narrazione di uomini in armi, sacrificio, guerre e combattimenti. Certo, a conti fatti a essere tramandate sono più sconfitte e ritirate che vittorie gloriose. Ma ciò non toglie che da oltre un secolo le memorie degli italiani siano state affollate soprattutto dall’esperienza della morte sul campo di battaglia. La morte temuta, la morte inferta, la morte per la collettività, la morte per poter immaginare un futuro democratico, la morte onorevole. Marco Mondini rilegge questo lungo racconto in un viaggio attraverso l’immaginario e il ricordo delle guerre. E oggi? Armi e morte sono tornate a occupare il nostro spazio quotidiano. È ancora possibile distogliere lo sguardo?

Marco Mondini insegna History of conflicts e Storia contemporanea nell’Università di Padova. Con il Mulino ha pubblicato La guerra italiana (2014), Andare per i luoghi della Grande Guerra (2015), Il Capo. La Grande Guerra del generale Luigi Cadorna (nuova ed. 2019), Roma1922 (2022) e ha curato La guerra come apocalisse (2017).

Segui l'evento in diretta

Grazie a