LA STORIA SE NE FREGA DELL'ONORE

Incontro con Gian Arturo Ferrari

Venerdì
23 agosto 2024

Ore 18
Palazzo delle Poste

 

ingresso su prenotazione

C’è un libro, anzi un manoscritto, misterioso. Luigi Bassetti, antifascista e direttore editoriale di una grande casa editrice, non se ne stacca mai, se lo porta sempre appresso in una borsa a tracolla, non lo fa vedere a nessuno, non ne parla con nessuno. Tranne, ma solo per vaghi cenni, con Donatella Modiano, suo braccio destro e sua amante, a capo della segreteria editoriale. Non sa, Bassetti, che Donatella è stata ricattata e arruolata come informatrice da un alto funzionario della polizia politica segreta, il commissario. Il quale vuole anche lui sapere, a tutti i costi, che cosa c’è scritto in quel famoso libro. Teme infatti che vi sia nascosto qualcosa di esplosivo, persino letale, per il regime fascista. E forse anche per la stessa figura di Mussolini, l’onnipotente Duce. Nella Milano del 1936, città di intrighi e di sospetti, dove molti hanno una doppia faccia e tutti sono avvolti da una ragnatela di silenzi, si dipana una doppia indagine. Gian Arturo Ferrari, che ha fatto l’editore per tutta la vita e che sull’editoria riflette e dell’editoria racconta, esordisce nel giallo con un’indagine appassionante sugli ambigui rapporti tra chi i libri li pubblica e chi vorrebbe, più o meno metaforicamente, bruciarli.

 

Gian Arturo Ferrari è stato professore di Storia del pensiero scientifico presso l’Università di Pavia. Collaboratore di Paolo Boringhieri, editor della Saggistica Mondadori nel 1984, direttore dei Libri Rizzoli nel 1986, è rientrato in Mondadori nel 1988, dove è stato dal 1997 al 2009 direttore generale della divisione Libri. Ha presieduto il Centro per il libro e la lettura. Dal 2015 al 2018 è stato vicepresidente di Mondadori Libri. È presidente del Collegio Ghislieri di Pavia. Oltre a Storia confidenziale dell’editoria italiana, è autore di Libro (Bollati Boringhieri 2014), Ragazzo italiano (Feltrinelli 2020, finalista al premio Strega) e Storia confidenziale dell’editoria italiana (Marsilio 2022, premio internazionale Viareggio Rèpaci e premio Biella Letteratura e Industria 2023 – premio speciale della giuria).

Segui l'evento in diretta