ELOGIo DELLA PRIMA REPUBBLICA

QUANDO ERAVAMO PROSPERI

Incontro con Stefano Passigli

Mercoledì
18 agosto 2022

Ore 21.30
Miramonti Majestic Grand Hotel

ingresso su prenotazione

La prima Repubblica è stata vittima a lungo di un diffuso giudizio negativo. Eppure, grazie all’azione della sua classe politica un paese distrutto, diviso politicamente e culturalmente, povero, e caratterizzato da profonde diseguaglianze, conobbe in pochi anni nel dopoguerra un forte sviluppo dell’economia e del reddito pro capite, una maggiore giustizia sociale, e un ampio riconoscimento di nuovi diritti civili, compiendo un deciso passo avanti verso una società e un sistema politico più aperti e democratici. Stefano Passigli, nel ricostruire gli eventi della prima Repubblica, comincia spostandone la cornice temporale: essa non finì, come generalmente si conviene, tra il 1992 e il 1994, a causa dell’azione della magistratura, ma alla fine degli anni Settanta, con il venir meno del disegno di Moro e Berlinguer di superare la democrazia bloccata e di aprire a possibili alternanze di governo. In tempi di populismo una riflessione sulla Prima repubblica può rivelarsi un potente antidoto alle pulsioni anti-sistema e al rifiuto della competenza: tendenze che possono sfociare in una seria minaccia alla democrazia, che è solida quando i cittadini sono animati da un senso di efficacia della propria azione e di fiducia nel ruolo delle élite, partecipando attivamente alla loro selezione.

Stefano Passigli è stato Ordinario di Scienza della Politica nell’Università di Firenze. Ha insegnato nelle Università di Padova, Bologna, Harvard e del Michigan. È stato membro del Comitato Esecutivo della International Association of Political Science e dell’European Consortium for Political Research. Parlamentare per quattro legislature, è stato membro della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, è stato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e allo Sviluppo Economico. È autore di numerosi libri e articoli in materia di leggi elettorali, riforme istituzionali, comportamento politico. Ha presieduto e dirige numerose imprese editoriali e culturali.

Segui l'evento in diretta

In collaborazione con

CORTINA È TUA

Aiutaci a dare voce alle parole degli scrittori! Abbiamo bisogno del tuo aiuto per sostenere le nostre tre missioni per il 2023:
• portare nelle Dolomiti scrittori di tutto il mondo, per raccontare le loro storie, discutere di libertà della letteratura e di diritti;
• coinvolgere e dare formazione a 10 giovanissimi;
• realizzare il primo progetto di mappatura culturale del territorio delle Dolomiti.

Vogliamo continuare a essere una frontiera aperta di idee, parole ed emozioni in un luogo magnifico. Cortina è tua!

Sostieni Una Montagna di Libri

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.