La foto mi guardava

Inaugurazione di Una Montagna di Libri

Incontro con Katja Petrowskaja

Sabato
13 luglio 2024

Ore 18
Alexander Girardi Hall

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Traduzione di Gabriella Vanzan
Saluti di Gianluca Lorenzi
Sindaco di Cortina d’Ampezzo
e Monica De Mattia
Assessore alla Cultura,
Comune di Cortina d’Ampezzo

«La foto mi guardava. Quella vicinanza mi ipnotizzava, ne ero addirittura spaventata. Non sapevo nemmeno dove si trovasse Krasnoarmijs’k, eppure quell’uomo era lì davanti a me, fin troppo vicino, e mi soffiava in faccia il fumo della sua sigaretta». Per anni, Katja Petrowskaja si è cimentata in un genere tanto antico quanto arduo, l’ecfrasi: non già di dipinti, ma di fotografie. Fotografie in cui si è imbattuta in una mostra, in un libro, in un mercato delle pulci; fotografie d’autore o riaffiorate dal suo archivio personale. Fotografie, sempre, dalle quali si è sentita scrutata, indagata, interpellata – come nel caso del minatore del Donbass avvolto dal fumo di una sigaretta. In un’epoca in cui dalle immagini siamo sopraffatti – tanto che, per sbarazzarcene in pochi istanti, abbiamo imparato a farne lo scrolling –, Petrowskaja ha scelto l’audace via dell’osservazione lenta e minuziosa, l’unica in grado di spiegare l’attrazione che suscitavano in lei, e insieme di renderle parlanti, di svelarne segreti, di ricostruire la realtà che circondava quel lembo in apparenza inerte di vita. Di trasformarle in storie. Storie che hanno spesso a che vedere con la Storia, con le «date che continuano a mordere», con le ferite immedicabili del Novecento, con le speranze infrante e le fedi vanificate dal tempo..

Katja Petrowskaja è nata a Kyiv nel 1970 e, dopo aver studiato Lettere all’Università di Tartu in Estonia, si è laureata a Mosca. Dal 1999 vive a Berlino, dove lavora come giornalista per alcune testate, fra cui la “Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung”. Nel 2013 ha vinto a Klagenfurt il premio Ingeborg Bachmann con un capitolo del romanzo Forse Esther (Adelphi 2014, vincitore del Premio Strega Europeo nel  2015)

Das Foto schaute mich an

Mit den Foto-Kolumnen, diesie 2015 in der FrankfurterAllgemeinen Sonntagszeitungzu schreiben begann, hatKatja Petrowskaja ihr eigenesGenre geschaffen: kurzeProsa, Landschaft, Biografie, Zeitgeschichte und Form aufminimalem Raum verdichtend

13.07.2024, 18.00 Uhr
Alexnader Girardi Hall
Note & Words

In apertura
Michele Uliana Swing Duo
Michele Uliana, clarinetto
Giacomo Li Vlosi, pianoforte

Segui l'evento in diretta

Grazie a