La stanza delle mele

Incontro con Matteo Righetto

Domenica
31 luglio 2022

Ore 18
Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi

ingresso libero fino ad esaurimento posti.

È l’estate del 1954, Giacomo Nef ha undici anni e con i due fratelli vive dai nonni paterni a Daghè, sulle pendici del Col di Lana, nelle Dolomiti bellunesi. “Tre case, tre fienili, tre famiglie”. I bambini sono orfani e l’anziano capofamiglia li tratta con durezza e severità, soprattutto il più piccolo. È convinto che Giacomo sia nato da una relazione della nuora in tempo di guerra e lo punisce a ogni occasione, chiudendolo a chiave nella stanza delle mele selvatiche. Lì il ragazzino passa il tempo intagliando il legno e sognando le imprese degli scalatori celebri o degli eroi dei fumetti, e l’avventura gli corre incontro una sera d’agosto. Con l’approssimarsi di un temporale, Giacomo viene mandato dal nonno nel Bosch Negher a recuperare una roncola dimenticata. Alla luce di un lampo scopre vicino all’attrezzo il corpo di un uomo appeso a un albero. L’impiccato è di spalle e lui, terrorizzato, fugge via. Per tutta la vita Giacomo cercherà di sciogliere un mistero legato a doppio filo con la vita del paese, con i suoi riti ancestrali intrisi di elementi magici e credenze popolari. Matteo Righetto ci restituisce il mondo arcaico della montagna, come in una corsa notturna nel bosco, con il cuore in gola.

Matteo Righetto è docente di Lettere, vive tra Padova e Colle Santa Lucia. Ha esordito con Savana Padana (TEA, 2012). Tra i suoi romanzi La pelle dell’orso (Guanda, 2013), da cui è stato tratto un film con Marco Paolini, Apri gli occhi (TEA, 2016, Premio della Montagna Cortina d’Ampezzo) e Dove porta la neve (TEA, 2017). Per Mondadori ha scritto la “Trilogia della Patria” – con i romanzi L’anima della frontiera (2017), L’ultima patria (2018), La terra promessa (2019) – e con Mauro Corona Il passo del vento (2019). La sua trilogia è stata tradotta in molti Paesi. Per il teatro ha scritto Da qui alla Luna. Nel 2019 ha ricevuto il Premio Speciale Dolomiti UNESCO.

Segui l'evento in diretta

Grazie a

CORTINA È TUA

Aiutaci a dare voce alle parole degli scrittori! Abbiamo bisogno del tuo aiuto per sostenere le nostre tre missioni per il 2023:
• portare nelle Dolomiti scrittori di tutto il mondo, per raccontare le loro storie, discutere di libertà della letteratura e di diritti;
• coinvolgere e dare formazione a 10 giovanissimi;
• realizzare il primo progetto di mappatura culturale del territorio delle Dolomiti.

Vogliamo continuare a essere una frontiera aperta di idee, parole ed emozioni in un luogo magnifico. Cortina è tua!

Sostieni Una Montagna di Libri

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.